Spazzolino in bambù: ecologico ed efficace

8 febbraio 2019 | commenti: 0

E’ arrivato il momento di cambiare lo spazzolino, entri in negozio e ti ritrovi davanti decine di tipi diversi tra cui scegliere.
Setole medie, dure, dritte, arcuate, oblique, incrociate… non ci capisci nulla e prendi l’ultimo uscito che in pubblicità promette cose inenarrabili. Uno per te e uno per tua moglie. Per tua figlia uno tutto glitterato: farà il suo lavoro in modo scintillante.
Dopo cena tiri fuori i nuovi spazzolini, sei super soddisfatto e addirittura tua figlia viene volentieri in bagno a lavarsi i denti!

Passano un paio di mesi ed è tempo di gettare il tuo amico nella pattumiera, insieme ai suoi colleghi. Ti chiedi se è il caso di gettarli nella plastica, ti informi, e scopri che vanno dritti dritti nell’indifferenziata. Quel secchietto in cui cerchi di buttare meno cose possibile, e davvero ti chiedi se non c’è una alternativa.
Sarà un caso, ma su Facebook vieni bombardato dalla pubblicità di spazzolini in bambù, così ti informi, leggi blog vari, decidi che in fondo è una cosa che puoi anche provare, anche se temi sia la solita cosa da fricchettoni… vabbè, non sarà ottimo come l’ultimo uscito di pacca, ma almeno non butterai tutta quella plastica.

Ti convinci e lo vai a comprare, ne prendi anche uno per tua moglie e poi guardi quello per i bambini… uhm… tutto di legno, liscio, senza un disegnino, neanche una stellina… se li laverà i denti tua figlia? come farai senza l’aiuto di Olaf?! Già temi le scenate, ma lo prendi lo stesso, qualcosa ti inventerai, la butterai sul patetico, poveri delfini ingolfati dalla plastica o cose del genere, lei che ama gli animali ti seguirà.
Torni a casa col tuo bel pacchetto, la tua bimba ti viene incontro per abbracciarti e poi ti fa “papà, cosa hai lì?”. Temi già la reazione e ti difendi con un “Ho comprato un nuovo spazzolino che…”. Eri già pronto a parlare di riciclaggio, idrocarburi, foreste FSC quando parte un gridolino “mamma! papà ha comprato degli spazzolini personalizzabili!”. Certo!

Parlando con la signora della bioprofumeria, scopri che gli spazzolini in bambù sono definiti biodegradabili,

 

ma non sono al 100% compostabili poiché le setole sono in nylon di bambù, quindi ti consiglia di staccare le setole con le pinzette e gettarle nell’indifferenziata e poi buttare nella frazione organica il manico in legno.
Dopo cena scrivete i vostri nomi sui nuovi spazzolini. La soddisfazione di aver risparmiato al tuo secchio tutta quella plastica ti fa stare soprappensiero mentre lavi i denti insieme alla tua bambina. Posi lo spazzolino. Sciacqui la bocca. Una sensazione di pulizia straordinaria!
Sei davvero soddisfatto del tuo acquisto e ora finalmente i tuoi denti sono davvero puliti senza sporcare l’ambiente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.