Arance e clementine in anteprima dall’azienda agricola Penna

3 settembre 2016 | commenti: 0

Quest’estate abbiamo approfittato della vicinanza al luogo di villeggiatura per visitare l’azienda agricola Penna di cui vi offriamo le casse di arance e clementine. L’azienda si colloca nell’istmo d’Italia in località Roccelletta di Borgia a pochi passi dal sito archeologico di Scolacium.

Durante la visita con le sorelle Penna, le attuali titolari dell’azienda, abbiamo visto con i nostri occhi il prossimo raccolto. Sono diverse le informazione che abbiamo avuto modo di apprendere in questa visita. Innanzitutto è terminato il periodo di transizione e ora la certificazione Bio è ufficiale! Ovviamente oltre alla certificazione è possibile osservare i diversi aspetti che evidenziano le differenze tra l’agricoltura biologica e quella convenzionale. Ad esempio possiamo vedere la presenza delle infestanti, che in assenza di diserbanti crescono rigogliose.

infestanti

Una volta tagliate con mezzi meccanici, diventano parte del residuo organico del terreno e pacciamatura ovvero un teppeto che conserva l’umidità del terreno. Da notare anche la presenza dell’irrigazione a goccia. Forse non tutti sanno che questo tipo di irrigazione ha un’altissima efficienza e permette un efficace innaffiamento consumando appena il 10% dell’acqua utilizzata dal sistema tradizionale precedentemente adottato.

pacciamatura

Quest’efficienza è dovuta alla combinazione di innaffiamento puntuale goccia a goccia e dalla “coperta organica” che riducono drasticamente l’evaporazione dell’acqua utilizzata. Questa attenzione all’ambiente e alla risorsa acqua è stata anche un punto di forza nel fronteggiare l’abbassamento della falda acquifera che i lavori per la realizzazione del viadotto ferroviario hanno comportato. I piloni del viadotto ferroviario sono stati inseriti nel letto del fiume Corace, abbassando la falda.

Quello della realizzazione della ferrovia e della strada di grande comunicazione nella valle del Corace ci è sembrato uno dei tanti modi di dissipare il patrimonio pubblico e naturalistico del nostro paese. viadottoIl viadotto infatti è attraversato da una vettorina che collega Lamezia Terme con Catanzaro Lido, poche volte al giorno. Un’opera nel suo piccolo “faraonica”, se pensiamo a quanto la Roma-Lido avrebbe bisogno di investimenti. L’azienda, per quest’opera, ha anche subito un’esproprio di 5 ettari che lascia ancora aperto un contenzioso per ottenere il pieno risarcimento.

Il racconto di questi ultimi anni di attività dell’azienda è stato ricco di aneddoti collegati alle mille difficoltà che l’imprenditore agricolo affronta, dovuti più all’uomo che alle, sempre presenti, avversità naturali. Se infatti una parte dell’azienda viene allagata per divese settimane a seguito dell’incuria del consorzio di gestione delle acque piovane, ottenere un’equa compensazione del danno (3 anni di mancato raccolto) è sempre questione di tribunali e avvocati. Oppure quando si propongono le arance biologiche alla cooperativa locale che intrattiene da sempre i rapporti con i grandi distributori sentirsi dire “fate arance biologiche adesso? Che peccato, la vostra era una bella azienda!”, come dire che il biologico la rovinerà!

Inoltre, grazie alle buone prospettive della vendita diretta, l’azienda ha deciso di investire sulla diversificazione, ovvero di destinare i terreni alluvionati ad altre tipologie di agrumi e di aumentare le varietà di arance per avere differenti maturazioni e quindi più settimane di disponibilità del prodotto, evitando il più possibile i picchi produttivi difficilmente gestibili con la vendita diretta.

E ora vi mostriamo l’anteprima di arance e clementine sull’albero, chissà che non capitino proprio nella vostra cassa!

arance

clementine

Poi alla fine del percorso ecco la sorpresa: sullo sfondo Tiriolo! Eh sì, proprio da dove si affaccia il salotto di casa di Mariangela possiamo vedere l’azienda agricola Penna. Attenzione perchè…… “Vi tengo d’occhio. Io vi tengo d’occhio!” (cit.)

tiriolo

 

per ordinare ecco il link per l’acquisto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.