Brasilena, la gazzosa al caffè inimitabile

20 giugno 2013 | commenti: 20

brasilena-gazzosa-caffèE’ una bevanda quasi leggendaria, la si assaggia per curiosità e poi ci si innamora. La Brasilena è la gazzosa al caffè più conosciuta. E’ capillarmente diffusa nella provincia di Catanzaro, dove la trovi in ogni bar, ristorante, supermercato o negozio di alimentari, tanto da mettere in discussione il primato di vendite delle grandi multinazionali come Coca-Cola.

Prodotta dall’aziende di acque minerali “CALABRIA” è prodotta con vero infuso di caffè appositamente torrefato. Il gusto del caffè è persistente e la freschezza delle bollicine è un vero ristoro, la caffeina invece è quasi assente. Mentre scrivo, sorseggiando una brasilena ghiacciata nella tipica bottiglietta da 18 cl, capisco bene perché ci siano così tanti appassionati di questo prodotto che conta 54.500 “mi piace” su fb.

Anche se il gusto è l’ingrediente principale della Brasilena, questo da solo non è sufficiente per spiegare il suo successo. Presi dalla curiosità per questo prodotto qualche anno fa siamo stati nello stabilimento di Girifalco (CZ) per conoscere di persona l’azienda. L’accoglienza e l’ospitalità sono state di quelle tipiche del Sud italiano ed è stato molto istruttivo conoscere la storia di questo prodotto e dell’azienda.

la visita in azienda

Nella sede delle Acque Minerali CALABRIA, abbaimo appreso la storia di un settore che negli ultimi 30 anni si è completamente trasformato diventando un esempio tipico di globalizzazione e o concentrazione del mercato. Negli anni 70-80 infatti in ogni regione c’erano diverse aziende produttrici di acque minerali che completavano la loro offerta con gazzose, cetrade, chinotti, aranciate, cole ed altro. Tipico di Roma era la presenza del Chinotto Neri, che ha risciato di scomparire. Poi queste aziende si sono lanciate nella distribuzione nazionale di bevande, sostenendo costi sempre maggiori di promozione.

A questo punto sono intervenute nel mercato i grandi aziende multinazionali, come Nestlè e Danone che hanno acquisito numerosi marchi concentrando molto il mercato riducendo lo spazio per i produttori minori soprattutto nel settore delle bibite gasate. L’azienda “acqua minerale CALABRIA” invece in quella fase di espanzione-acquisizione dei concorrenti ha fatto una scelta diversa, rimanere ben presente nel territorio, con le proprie forze e proprie capacità.

una scelta diversa

Saper stare sul territorio significa, oltre a fare un eccellente prodotto, investire in logistica, distribuzione e promozione sul proprio territorio. Saper coprire ogni punto vendita, gestire una rete commerciale, occuparsi delle cosegne, investire in promozione e pubblicità. Questo presidio continuo e costante ha permesso a questa azienda oggi di mantenere il primato sul suo territorio. Un esempio moderno di tipicità di un prodotto figlio dell’era industriale.

30 anni fa curare il mercato locale e non andare a distribuire in tutta Italia sarà stata considerata arretratezza da tutti gli “esperti”, ma ha provabilemente evitato che la brasilenafacesse la fine dei tanti  prodotti diversi che sono ormai stati fagocitati da 5-6 grandi marchi. Oggi questa scelta ci permette di trovare in Calabria qualcosa di diverso dal solito. Un gusto nuovo, una scoperta che non ci apsettavamo. Un gusto che tutti a Catanzaro conoscono e apprezzano tanto che alcuni catanzaresi si stupiscono di non trovarla altrove. Investire sul territorio sembra sempre un esempio di chiusura romantica al futuro, ma oggi la Brasilena è futuro proprio grazie a questa scelta.

Per chi la conosce non resta che venire a prenderla, per chi deve ancora conoscerla non resta che venire e PROVARLA.

20 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *