costruiamo l’orto sinergico

29 marzo 2013 | commenti: 1

Capo Horn, Zolle Urbane e Cambiologica organizzano “Costruiamo l’orto sinergico”: un fine settimana per condividere con chi vuole partecipare la realizzazione di un orto con i metodi dell’agricoltura sinergica, un esempio di permacultura anche su piccola scala. L’orto sinergico è un metodo che integra più elementi che perseguono un fine comune allo scopo di ottenere un effetto complessivo più soddisfacente di quello che si otterrebbe operando separatamente. L’orto sinergico è un ecosistema.

orto-sinergicoIl contadino diventa parte, più coscientemente della terra e messe da parte zappa e concimi, ha compreso che tutto quello che gli serve è nella natura e che lui può e deve essere custode di questa ricchezza. Un custode col permesso di raccogliere i frutti buoni e sani della Terra. L’agricoltura sinergica rappresenta una rivoluzione rispetto ai metodi di coltivazione convenzionali, che si basa su quattro principi fondamentali:

1 –Nessuna lavorazione del suolo perché la terra si lavora da sola attraverso la penetrazione delle radici e l’attività di lombrichi, insetti e microrganismi. Nessuna lavorazione del suolo perché l’aratura del terreno ne distrugge la vita, impoverendolo ogni anno di più e rendendo essenziali le concimazioni.

2- Nessun concime, neanche organico, perché la terra lasciata a se stessa conserva e aumenta la propria fertilità, nutrendosi con la biomassa degli scarti del terreno (radici in macerazione, secrezioni ed escrezioni animali, ecc.).

3- Nessun trattamento di sintesi, perché la natura è in grado di trovare da se un equilibrio perfetto tra le specie, sia vegetali che animali. Quindi neanche nessun diserbo, perché le erbe spontanee non vanno eliminate, ma controllate.

4- Nessun compattamento del suolo, perché le radici e gli animali che abitano la terra devono potersi muovere facilmente.

Questi principi compongono un ambiente agricolo, dove si pratica una forma di agricoltura naturale intensiva, con molti tratti di un giardino. Infatti accanto agli ortaggi troveremo fiori e altre piante che hanno il compito di aumentare la biodiversità e quindi attrarre gli insetti che contribuiranno all’ecosistema. Questo giardino commestibile sarà un luogo anche rilassante ricco di colori e odori.

DATA 2015 DA DECIDERE se vuoi rimanere aggiornato lascia la tua mail nel format qui sotto:

ORTOSINERGICO2014web

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *