Cosmesi eco-bio: le nostre scelte!

7 marzo 2013 | commenti: 0

Il consumo consapevole passa inevitabilmente prima o poi anche per la nostra stanza da bagno… Non basta pensare che con una doccia si consuma meno acqua che se si riempie la vasca per fare un bagno caldo… utilizzare meno acqua non è sufficiente, serve solo a lavarci la coscienza pensando che stiamo sprecando meno risorse, ma ogni sostanza che utilizziamo sul nostro corpo poi inevitabilmente finisce nell’ambiente… acqua o aria che sia.

Ogni prodotto cosmetico ha un diverso impatto sulla nostra pelle in primis e poi sull’ecosistema, non solo banalmente per la composizione dello stesso, ma anche per le modalità di produzione, per i materiali con cui è stato fatto il contenitore e gli imballaggi, per il trasporto, senza considerare che potrebbe essere composto da materie prime ottenute tramite lo sfruttamento di esseri umani, animali o di risorse naturali.
Insomma, un’azione tanto banale come una doccia, un massaggio, o anche accendere una candela rilassante, può trasformarsi in un attentato alla nostra pelle nonché all’ambiente!!

Molte persone si rivolgono alla cosmesi eco-bio dopo aver voltato la confezione del loro tanto pubblicizzato shampoo e aver letto una sfilza di strani termini poco comprensibili… La maggior parte la rigira senza farsi tante domande, ma altri cominciano a chiedersi cosa significhino cercando qua e là e magari finendo sul sito del biodizionario.
È ciò che è accaduto alla sottoscritta un po’ di anni fa, e diciamo pure che una volta che sei consapevole che ti stai spalmando sul corpo dei residui petrolchimici o nel migliore dei casi delle sostanze di dubbia sicurezza, beh… la prima tentazione è sicuramente quella di buttare tutto al secchio per poi chiedersi: e ora cosa uso?!!

Un errore in cui si potrebbe incappare è quello di imbattersi nella cosidetta cosmesi eco-furba, ovverosia tutte quelle confezioni che sembrano “verdi“, promettono ingredienti naturali ma in realtà sono solo poco migliori di quelle che abbiamo appena abbandonato: non basta che un prodotto venga definito in etichetta “naturale”, o ci siano parole come “bio”, “fito”, “erboristico” o anche che tra gli ingredienti siano davvero presenti costosi fetoderivati, poiché questi ultimi potrebbero essere in minima quantità e quindi praticamente inutili sotto un cumulo di sostanze chimiche!

Non staremo qui a spiegare cosa siano PEG, sles, siliconi o altri ingredienti che la cosmesi “tradizionale” usa come basi perchè economiche e poco deperibili, ci sono molti siti dove trovare facilmente queste informazioni e soprattutto c’è una certezza: questa robaccia nella nostra bottega non la troverete!!!
Il nostro lavoro nella ricerca di un cosmetico inizia analizzando proprio gli ingredienti, il cosidetto INCI, per verificare l’assenza di tali sostanze, e continua poi con lo studio del produttore e poi del singolo prodotto che in larga parte proviamo prima su di noi, perché per essere scelto oltre ad essere ecologico deve anche funzionare!

Diamo precedenza ai produttori che utilizzano materie prime provenienti dall’Agricoltura Biologica e dal Commercio Equo e Solidale, credendo fermamente che il rispetto di noi stessi sia intimamente collegato al rispetto per gli altri, per il loro lavoro e per le loro comunità, e naturalmente a chi produce in Italia sostenendo le aziende del nostro paese e insieme evitando lunghi trasporti. A queste abbiamo affiancato alcune ditte europee di indubbia altissima qualità per dare una maggiore scelta e offrire un ottimo rapporto qualità-prezzo, che rimane comunque sempre tra le nostre priorità, perché una cosmesi consapevole non può essere solo per pochi. Inoltre tutti i prodotti presenti in bottega sono cruelty-free.

Oltre ai prodotti confezionati, sui nostri scaffali si trovano anche ingredienti per l’autoproduzione, anche su richiesta, per chi si vuole cimentare nel creare un prodotto super personalizzato e diminuendo costi e imballaggi… oltre che divertirsi!
Siamo sempre alla ricerca di novità e il nostro angolo della cosmesi è sempre in fermento, ecco i marchi che trovi con maggiore frequenza in bottega:

Acorelle

Bioearth

Bjobj

Ecosì

La Saponaria

LaVera

Logona

Officina Naturae

Natyr bio

Sensè

Talybe

Tea Natura

Verdesativa

Villa Lodola

 

Su ordinazione:

Flora

Weleda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *